CORTE UE: ANCHE I FAMILIARI DEI TITOLARI DI "CARTA DI SOGGIORNO" DEVONO ESSERE REGOLARI DA 5 ANNI

Con sentenza del 17 Luglio 2014 (C-469/13), la Corte di Giustizia Europea ha affermato il principio per il quale, per potere acquistare lo status di soggiornante di lungo periodo, è necessario avere soggiornato ininterrottamente e legalmente per almeno cinque anni. Questo criterio, secondo la Corte, si applica anche nei riguardi dei familiari di cittadini extracomunitari titolari di permesso per soggiornanti di lungo periodo. Anche in questo caso, nonostante il coniuge sia stato rilasciato il permesso Ce di lungo periodo, i familiari potranno ottenere la stessa tipologia di permesso solo a condizione che siano regolarmente presenti per un periodo minimo di 5 anni, come previsto, in funzione generale, dall’art. 9 T.U. immigrazione.

In modo particolare, nella succitata sentenza, la Corte afferma che “…  conformemente alla lettera della direttiva, gli Stati membri riservano lo status di soggiornante di lungo periodo ai cittadini di paesi terzi che abbiano soggiornato legalmente e ininterrottamente nel loro territorio nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda e che tale status è subordinato alla prova che il richiedente disponga di risorse sufficienti nonché di un’assicurazione malattia. Al contrario, nulla nella formulazione della direttiva consente di presumere che un familiare di un soggiornante di lungo periodo possa essere esentato dalla condizione del soggiorno legale e ininterrotto per cinque anni per beneficiare dello status di soggiornante di lungo periodo previsto da detta direttiva.

La sentenza della Corte Di Giustizia, che è possibile scaricare in allegato, conferma alcuni decreti emessi dalle Questure italiane (ad esempio da Questura di Catania – Ufficio Immigrazione) nel contesto dei quali l’autorità amministrativa aveva affermato che il cittadino extracomunitario familiare di straniero titolare di permesso Ce per soggiornanti di lungo periodo ha diritto al rilascio della c.d. carta di soggiorno ex art. 9 T.U. solo a condizione di essere regolarmente soggiornante per un periodo minimo di anni 5.

[box type=”download” ]SENTENZA CORTE DI GIUSTUZIA EUROPEA FAMILIARI UE[/box]

 

         

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *